A Sanremo si spaccia l’inesistente omofobia

Lascia un commentoArticoli

Favino accusato di “omofobia”, vittima della realtà e del “gender diktat”

Dalle stelle alle stalle per una “inopportuna” battuta “omofoba”? Questa sembra essere la surreale parabola di Pierfrancesco Favino, rivelazione (nei panni dello showman) e autentico mattatore della 68° edizione del Festival di Sanremo, che rischia di veder vanificata la sua, fin qui, applauditissima conduzione della kermesse canora per via di una divertente gag in cui, nei panni di Steve Jobs, ha osato ironizzare su un “mostro sacro” del pantheon LGBT come Conchita Wurst.

A scatenare le ire della comunità omosessuale è stato infatti lo sketch, inscenato insieme alla spalla Rolando Ravello, in cui Favino / Jobs, presentando un nuovo prodotto tecnologico, BaglionONE, ha mostrato una foto della drag queen barbuta Tom Neuwirth, in arte Conchita Wurst, vincitrice del’Eurovision Song Contest 2014, commentando così:

Molti si lamentano del Festival di Sanremo, ma devo dire che da quando sono andato all’Eurovision ho scoperto che c’è di peggio“.

(altro…)

Omosessualismo: il ritorno della sifilide

Lascia un commentoArticoli

Primi dati: a Bologna e Reggio Emilia ritorna l’incubo della sifilide,
il 70% delle vittime è omosessuale

A Bologna è allarme sifilide che nel 70% dei casi colpisce gli omosessuali. A mettere in guardia i cittadini è la responsabile del centro Malattie a trasmissione sessuale del Sant’Orsola, Antonietta D’Antuono che in un intervista concessa al Resto del Carlino sottolinea come, a partire dai primi anni del 2000, si sia assistiti ad una progressiva e preoccupante impennata di contagi: « (…) prima vedevamo 20 nuovi casi di infezione attiva, poi sono diventati 60 e infine l’andamento si è stabilizzato tra i 70 e gli 80 casi. Dal 2010, inoltre, stiamo assistendo a un nuovo aumento: 192 casi nel 2013, 170 nel 2014, 223 nel 2015 e 216 nel 2016». (altro…)

Genitore gay ammazza la figlia adottiva

Lascia un commentoArticoli

Uccide la figlia adottiva di 18 mesi

L’uomo, insieme al marito Craig, aveva ottenuto l’adozione definitiva due settimane prima dell’omicidio.

Matthew Scully-Hicks è stato riconosciuto colpevole di omicidio.

di Monica Ricci Sargentini
 

Si saprà soltanto oggi pomeriggio quanti anni dovrà trascorrere in carcere Matthew Scully-Hicks, 31 anni, che ieri è stato riconosciuto colpevole di aver ucciso la bimba di 18 mesi adottata insieme con il marito Craig [entrambi omosessuali]. Una morte terribile quella della piccola Elsie che ha commosso e indignato la Gran Bretagna. L’uomo, un ex istruttore di educazione fisica, ha ucciso la figlia facendole sbattere la testa contro la parete e fratturandole diverse parti del corpo. La piccola è stata poi lasciata agonizzare per quattro giorni prima di chiamare i soccorsi lo scorso maggio. (altro…)

Chi è Jacob Rees-Mogg, cattolico e antiabortista?

Lascia un commentoArticoli

 Jacob Rees-Mogg,
chi è il cattolico antiabortista
che delude i politicamente corretti in Inghilterra

”Societ? liquida”: il matrimonio

Articoli

La crisi del matrimonio segna il declino di un paese

Lieve flessione del numero medio di figli per donna, dall’1,35 del 2006 all’1,34 dello scorso anno
Un po’ meglio rispetto all’1,19 del ’95, ma ancora lontano dal minimo demografico del 2,1%
Crescono le nascite «naturali»: erano il 12,3% nel 2002, sono diventate il 18,6 nell’ultima rilevazione. In Francia e Svezia si arriva al 50%

Nozze ancora in calo. Nelle regioni del Nordest i dati più allarmanti

 DA ROMA PIER LUIGI FORNARI

(altro…)

nuovo assedio alla legge 40

Articoli


Tra errori e amnesie il nuovo assedio alla legge 40

di Ilaria Nava

In una materia come la procreazione artificiale sembra impossibile ottenere un consenso unanime. Ed ? facile immaginare che anche una legge diversa dalla 40 non troverebbe pi? favore rispetto a quella attuale. Fin dalla sua approvazione questa norma ha avuto tenaci oppositori, gli stessi che hanno appoggiato il referendum del giugno 2005 e che asserivano di rappresentare la maggioranza del Paese. Persino di fronte allo schiacciante successo dei sostenitori della legge hanno continuato a osteggiarla. (altro…)

Angelo Vescovi: si apre una nuova era nella ricerca

Articoli

DA MILANO. ?Esistono alternative per produrre cellule embrionali staminali senza produrre embrioni?. Queste parole di Angelo Luigi Vescovi, docente di Biologia all?Universit? di Milano-Bicocca e direttore scientifico dell?Istituto ?Brain Repair? di Terni, sono comparse su Avvenire nel dicembre 2004, ancora prima degli accesi dibattiti per i referendum sulla fecondazione assistita.

?Sono stato buon profeta ? osserva oggi lo stesso Vescovi ? ma le mie parole erano basate su studi che si stavano gi? pubblicando: in particolare i primi risultati erano stati presentati da Alan Trouson, direttore del Monash Institute australiano, a un convegno a Boston nel giugno 2004?.
La strada ? stata poi esplorata da altri: ?Sono usciti gi? lavori su Nature e Cell, ora anche Science: sono le maggiori riviste internazionali, segno del valore di questi studi?. (altro…)

SCIENZA & ETICA: ?Cos? ho ringiovanito le cellule?

Articoli

Yamanaka: si potranno ottenere staminali pluripotenti dal proprio corpo

Il ricercatore nipponico spiega come ? riuscito a riprogrammare un lembo di pelle umana, in grado ora di trasformarsi in altri tessuti ?Il prossimo passo: evitare l?uso dei retrovirus che favoriscono la generazioni di tumori?.

Diretto e di poche parole, decisamente poco abituato al palcoscenico mediatico cos? lontano dal suo laboratorio silenzioso “arrampicato” ? come dice lui ? al secondo piano di un vecchio edificio universitario di Kyoto. Shinya Yamanaka ? il ricercatore giapponese che sta facendo parlare di se mezzo pianeta grazie alla scoperta sulle cellule staminali umane ‘riprogrammate’, pubblicata ieri sulla rivista scientifica Cell.
Sar? forse per quella passione per la scienza nata casualmente ? quando da adolescente incidenti di rugby e di judo lo costringevano a frequenti degenze in ospedale ? ma di fama, Yamanaka, non vuol proprio sentir parlare. Sa che il suo metodo ? destinato a mettere in discussione tutto l?impianto della ricerca degli ultimi anni, che delle cellule staminali embrionali aveva fatto la sua ? apparentemente irrinunciabile ? priorit?. Eppure anche in queste ore non sa staccarsi dal suo lavoro, che in poco pi? di quattro mesi gli ha permesso di passare dal successo della sperimentazione sui topi a quella sugli esseri umani. Il tutto nonostante la mancanza di fondi e l?arretratezza degli strumenti (una situazione per molti versi simile a quella nostrana). (altro…)

L’eutanasia in Olanda: anche per i bambini!

Articoli

PONTIFICIA ACCADEMIA PER LA VITA < !FINE TESTO>

RIFLESSIONI DI S.E. MONS. ELIO SGRECCIA


 

1. L’ultimo limite varcato

Non ? stato possibile fino a questo momento reperire il testo del protocollo che descriverebbe l’accordo intervenuto tra la clinica universitaria di Groningen in Olanda e le autorit? giudiziarie olandesi, riguardante l’estensione della possibilit? di eutanasia anche per i bambini sotto i 12 anni, fino all’et? neonatale. Tale protocollo – stando alle notizie diffuse dalle agenzie di stampa e attribuite al Dr. Edward Verhagen, direttore della suddetta clinica – stabilisce “con estremo rigore, passo dopo passo, le procedure che i medici debbono seguire” per affrontare il problema di “liberare dal dolore” i bambini (nell’arco di et? menzionato) gravemente ammalati, sottoponendoli ad eutanasia.

(altro…)