Articoli - Pro life: Tutti a Roma l'8 maggio!

Yamanaka: si potranno ottenere staminali pluripotenti dal proprio corpo

Il ricercatore nipponico spiega come è riuscito a riprogrammare un lembo di pelle umana, in grado ora di trasformarsi in altri tessuti «Il prossimo passo: evitare l’uso dei retrovirus che favoriscono la generazioni di tumori».

Diretto e di poche parole, decisamente poco abituato al palcoscenico mediatico così lontano dal suo laboratorio silenzioso "arrampicato" – come dice lui – al secondo piano di un vecchio edificio universitario di Kyoto. Shinya Yamanaka è il ricercatore giapponese che sta facendo parlare di se mezzo pianeta grazie alla scoperta sulle cellule staminali umane 'riprogrammate', pubblicata ieri sulla rivista scientifica Cell. Sarà forse per quella passione per la scienza nata casualmente – quando da adolescente incidenti di rugby e di judo lo costringevano a frequenti degenze in ospedale – ma di fama, Yamanaka, non vuol proprio sentir parlare. Sa che il suo metodo è destinato a mettere in discussione tutto l’impianto della ricerca degli ultimi anni, che delle cellule staminali embrionali aveva fatto la sua – apparentemente irrinunciabile – priorità. Eppure anche in queste ore non sa staccarsi dal suo lavoro, che in poco più di quattro mesi gli ha permesso di passare dal successo della sperimentazione sui topi a quella sugli esseri umani. Il tutto nonostante la mancanza di fondi e l’arretratezza degli strumenti (una situazione per molti versi simile a quella nostrana).

Argomento: Articoli
Articoli - Pro life: La Chiesa nella lotta fra la

 Dopo il quarto Concistoro straordinario

La Chiesa nella lotta fra la "cultura" della morte
e la civiltà dell’amore

Esposizione e considerazioni a margine dei temi della relazione generale svolta da S. Em. il card. Joseph Ratzinger sul problema delle minacce alla vita umana nel mondo attuale.

Argomento: Articoli

Ricerca di contenuti cattolici

Sondaggio

Le priorità nell'etica sociale